ORO NERO

Bontà alla liquirizia

L’oro nero dalla radice di liquirizia

La storia dell'amata liquirizia e della radice di liquirizia, dal cui succo viene ricavata la liquirizia, risale ad alcuni millenni fa. Ma quello che oggi, in base agli ingredienti, assaporiamo in versione dolce, speziata o salata, fino al XVIII secolo è considerato principalmente un farmaco. La radice di liquirizia, infatti, veniva utilizzato principalmente per raffreddamenti e disturbi allo stomaco. Già nei tradizionali libri cinesi sulle spezie, il legno dolce veniva menzionato, come anche nei papiri egiziani, e fu trovato perfino nel sepolcro di Tutancamon (1347-1339 a. C.).

Dissetanti e razioni per la marcia per le milizie

Durstlöscher und Marschverpflegung fürs Militär

Teofrasto (369–285 a. C.), studente di Aristotele e fondatore della botanica, descrisse la capacità dissetante della radice di liquirizia. La schiera di soldati di Alessandro Magno (356–323 a. C.) devono essere sopravvissuti a lunghe campagne militari, talvolta senza acqua, perché si erano provvisti di questa radice. Anche più tardi, nelle legioni romane, il legno dolce fu una componente fissa delle razioni quotidiane. I soldati francesi e turchi si portavano, durante la I guerra mondiale, ancora liquirizia in pacchetti per la marcia.

Da farmaco a genere voluttuario

Lakritz Medizin

All'epoca degli antichi Greci e Romani, molti medici decantavano la radice di liquirizia come farmaco contro la tosse, il raffreddamento e il catarro (infiammazione delle mucose). Nel medioevo le furono attribuite addirittura forze magiche e rimedi miracolosi. E durante il Rinascimento la liquirizia divenne addirittura popolare come "medicina dolce". Un testo botanico del XVII secolo descrive dettagliatamente la pianta dal legno dolce e i settori di applicazione per il succo che derivava dalle radici.

 

Gli ingredienti

Senza arbusto di legno dolce (Glycyrrhiza glabra) non esiste liquirizia. Gli arbusti fiorenti di tonalità violacea raggiungono un'altezza di circa uno o due metri. L'arbusto di legno dolce è usato principalmente nell'area mediterranea e nei Paesi dell'Asia Centrale.

Il rizoma del legno dolce

Lakritz Süssholz

Nel tardo medioevo vengono raccolte le radici ramificate spesse come un dito, i cui predecessori potevano raggiungere anche una lunghezza di 8 metri. Dalle radici di ricava, infine, attraverso un dispendioso processo, una massa nera, viscosa – il prodotto iniziale per gli articoli alla liquirizia.

Altri ingredienti

A seconda del prodotto vengono aggiunti alla liquirizia grezza ingredienti come zucchero, sciroppo di glucosio, farina di frumento, amido modificato o gelatina, sale da cucina e diversi aromi.

 

La consistenza e la plasmabilità della liquirizia dipende dalla quantità di amido o di sostanza gelatinosa. Dalla rispettiva composizione di tutti questi ingredienti si formano così i diversi beni alla liquirizia HARIBO.

Confetti alla liquirizia

Lakritz Konfekt

Per la produzione dei confetti alla liquirizia, la liquirizia pressata viene combinata con pasta di zucchero per gusti diversi. Così vengono ad esempio prodotti i dadini da diversi strati, come nella combinazione liquirizia-cocco, che appartiene ai classici assoluti di HARIBO.

HARIBO è la bontà che si gusta ad ogni età!